MIUR Web Radio

Notifica aggiornamenti

Ho letto e accetto la pagina delle condizioni d’uso e l’informativa sulla privacy fornita ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016.  

 

condizioni d’uso e informativa privacy


“La pagina ha il suo bene solo quando la volti e c’è la vita dietro che spinge e scompiglia tutti i fogli del libro”
Italo Calvino

In questi giorni, nel nostro Istituto, è stato presentato agli studenti del Triennio il progetto LETTEREVIVE.
In tre letture – monologo, accompagnate dalla proiezione di immagini e dall’ascolto di composizioni musicali, sono state illustrate dal bravo Riccardo Moratti le cantiche dantesche dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso in chiave originale e suggestiva.

L’intento era quello di suggerire un avvio propedeutico allo studio dell’opera dantesca, ossia di condurre gli studenti ad un coinvolgimento attivo nella comprensione di un testo complesso e ricco di messaggi ancora attuali.

Il punto di forza di queste rappresentazioni è stato proprio nella modalità di lettura della Divina Commedia, presentata come situazione esperienziale che rimanda al mondo dei valori e dei sentimenti giovanili; così, senza alterare il testo originale, sono stati messi in scena quelle emozioni e quei dubbi esistenziali che più si avvicinano a quella realtà.

Qual è stato l’esito di tale iniziativa? Dagli applausi e dall’entusiasmo dei giovani spettatori si direbbe che lo scopo di incuriosire gli studenti a conoscere meglio un poeta appartenente ad un lontano passato ed apprezzare forme di scrittura letteraria distanti da noi, sia stato raggiunto con una coinvolgente partecipazione.

PON - Fondi Strutturali Europei

Temi

Informazioni sull'Esame di Stato